La Basilica di Santa Maria del Fiore

La Basilica di Santa Maria del Fiore a Firenze è meglio conosciuta, semplicemente, con il nome di Duomo, e rappresenta per tutti i fiorentini e non solo una delle principali attrazioni della città, uno dei suoi simboli neo mondo e cornice dei più bei ricordi immortalati nelle molte fotografie scattate dai turisti, anche dal Belvedere di Piazzale Michelangelo.

La Cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze ha rappresentato nella storia dell’arte moderna un punto di riferimento imprescindibile; potremmo quasi dire una linea sparti-acque tra quanto si riteneva prima e quanto si è poi riusciti ad erigere dopo.

L’architetto Filippo Brunelleschi che ebbe modo di cimentarsi con le esigenze della monumentale Cattedrale di Santa Maria del Fiore, riuscì a sovvertire quasi le leggi della fisica andando a coprire la crociera del Duomo di Firenze con una cupola assolutamente maestosa, unica nel suo genere, che fece esclamare a Leon Battista Alberti che con la sua ombra detta Cupola avrebbe potuto coprire tutti i popoli toscani.


All’interno della Basilica di Santa Maria del Fiore è immensa anche la superficie posta ad affresco, tra il 1572 e il 1579 ad opera del grande Giorgio Vasari (sì, proprio quello dell’omonimo e celeberrimo Corridoio) e Federico Zuccari. Insomma, sicuramente è uno dei monumenti più famosi e visitati al mondo, orgoglio di noi fiorentini e di tutta l’Italia.

Per visitarla, una volta che vi sarete fermati qui in hotel 5 stelle lusso in pieno centro a Firenze, vi basterà attraversare Piazza Repubblica, dunque svoltare a sinistra in Via Roma ed arriverete subito in Piazza Duomo, di fronte al Battistero di San Giovanni. Qui, come vedete, è tutto un florilegio di monumenti, angoli, scorci che attingono direttamente alla grande storia dell’arte e della cultura occidentale. Noi stessi non sapremmo come meglio definire il centro storico di Firenze. Non vi resta che visitarlo, a maggior ragione se all’interno di una dimora d’epoca come è il Palazzo Vecchietti.